Carrello 0

Tipico e Genuino Benvenuto su Tipico e Genuino, prodotti tipici e genuini!

Cantina Mori Colli Zugna

Cantina Mori Colli Zugna

Cantina Mori Colli Zugna

1957 un’ idea di pochi cooperatori diventa realtà
2012 una realtà diventa una grande idea

La cantina di Mori Colli Zugna oltre ad essere la più grande cantina ipogea d’Europa è attiva protagonista del territorio, è dotata delle tecnologie più all’avanguardia : un sistema che consente la tracciabilità dei vini fino al vigneto di riferimento, una struttura a bassa antropizzazione, un’ impianto geotermico, un’ impianto fotovoltaico, un sistema di recupero dell’acqua e la realizzazione di un ciclo produttivo 'per caduta', che risulta più rispettoso della materia prima e garantisce un'alta qualità del vino prodotto. Tutti accorgimenti che la rendono ecologica ed a basso impatto ambientale ed un’assoluta novità nel panorama regionale.

La nostra scelta e sfida è stata quella di “restituire” la cantina alla campagna senza sacrificarne le esigenze produttive. La superficie della costruzione è di circa 100,00 mc totalmente interrati e garantisce oggi una capacità complessiva di incantinamento superiore ai 100,00 ettolitri di vino La scelta stessa del luogo è stata l’opportunità di mantenersi radicati all’interno delle zone di produzione vitivinicole, esaltando il rapporto reciproco tra territorio, natura, coltivazione e trasformazione del prodotto finale dall’altra e dalla volontà d’inserirsi in un contesto spiccatamente collinare in cui l’utilizzo del dislivello naturale consentisse la collocazione di una cantina ipogea.

Cantina Mori Colli Zugna un elemento quest’ultimo, che viene a costituire il secondo elemento nodale del progetto, oltre ad essere funzionale al corretto utilizzo delle attività produttive ospitate, consente di lavorare anche sugli aspetti scenografici del nuovo insediamento. L’organicità dell’unico volume fuori terra, è il "taglio" dato dalle vetrate che segue fedelmente l'andamento del crinale in corrispondenza del punto vendita, che si caratterizza come l'unico affaccio sulla valle e consente l'apertura rispetto all'ambiente circostante, la realizzazione della piazza interrata, la continuità delle superfici vetrate che, nell’unitarietà del materiale, tendono a riflettere le immagini dell’ambiente circostante, sono tutti elementi che tendono a comporre il segno dell’architettura, che è sempre presente senza mai prevaricare l’aspetto naturale. La natura stessa diviene architettura ricoprendo gran parte della cantina con i vigneti e l’utilizzo del “tetto giardino”.

Ad oggi nella cantina lavorano circa 680 soci attivi su settecento ettari di terreno coltivato a vite. Dal fondo valle fino ai mille metri di quota di Corniano in Valle di Gresta. Raccoglie, lavora e commercializza circa il 90% della produzione viticola della zona. Negli ultimi anni la cantina ha anche dato il via ad un programma denominato “progetto qualità” che punta ad elaborare vini con specifiche particolarità e proprietà per marchiarsi della denominazione d’origine Trentino Superiore

PROFONDE RADICI NELLA CULTURA DEL TERRITORIO

La Cantina Mori Colli Zugna ha deciso di recuperare dalla storia, per dedicarlo alla linea dei vini "Le Selezioni", uno degli eventi più temerari compiuti dalla Serenissima Repubblica di Venezia in Trentinocontro i Visconti di Milano


La battaglia navale avvenuta nel 1439 nella acque del Garda, con il trasporto di 25 grosse galee attraverso Mori e la cosidetta Terra di S Mauro evento ricordato come "Galeas per Montes" . La cantina Mori Colli Zugna si dedica alla produzione vinicola da più di cinquant’anni, da quando in una sera d’ottobre del 1955 alcuni lungimiranti contadini della zona continuamente vessati dai privati a cui dovevano consegnare le loro uve sentirono la necessità di una svolta … Fondare una cantina sociale in paese, la cantina sociale di Mori. Gli esordi della cantina furono difficoltosi, i soci fondatori hanno vissuto tra lo scetticismo di molti e il coraggio di alcuni, i contadini più piccoli.

Cantina Mori Colli Zugna Malgrado tutto e tutti, due anni più tardi, grazie alla tenacia e alla determinazione di quegli agricoltori, nasce nel 1957 la Cantina Sociale di Mori. Stesso percorso viene effettuato due anni più tardi dai contadini della zona di Serravalle, che ha portato nel 1959 alla fondazione della Cantina Sociale Colli Zugna, più tardi nel 1997 le due cantine si sono fuse in un'unica realtà la Cantina Mori Colli Zugna. La cantina partita inizialmente con pochi soci, piccole dimensioni e poche disponibilità finanziarie, si è sviluppata notevolmente dopo gli anni sessanta, proprio grazie al forte spirito cooperativo dei soci viticoltori, fino ad arrivare agli attuali 680 soci.

Il territorio ha tratto grande giovamento da questo sistema cooperativo in quanto da la possibilità a tutti, indipendentemente dalle dimensioni aziendale di coltivare anche piccoli apprezzamenti in zone marginali. contribuendo così allo sviluppo e al mantenimento del territorio e impedendo così, la migrazione dei contadini verso la città e il fondo valle. La cantina è ubicata nel territorio della Vallagarina dove la vite si diffuse in maniera sistematica già negli ultimi anni del 1800 e prosegue nel solco di questa centenaria storia viti-enologica. Ed è su questo fondamento che nasce nel 2011 la nuova sede della cantina Mori Colli Zugna, coniugando i concetti produttivi antichissimi della vinificazione con le più moderne tecnologie. Una storia di battaglie e di successi che ha portato i soci a costruirsi la più grande cantina ipogea d’Europa, una cantina unica, per un vino migliore.

UN RITORNO ALLA TERRA

.
C’è un ritorno alla terra, oggi una certezza
Cit. Tiziano MellariniLa cantina Mori Colli Zugna da una particolare attenzione all’ambiente. Una struttura innovativa e ipogea, ossia realizzata sotto il livello del suolo. Sui due ettari di terreno che occupa l’immobile, la quasi totalità della copertura della cantina è stata realizzata con il ”tetto verde”, parte ricoperta dal vigneto che ripristina integralmente l’ambiente originario, parte semplicemente inerbito, andando così “restituire” la cantina alla campagna. Per ricoprire il tetto, la cantina ha deciso di utilizzare più di 6.000 vigne di un particolare clone frutto di una selezione effettuata dall’istituto agrario S. Michele a/A tesa a proporre varietà resistenti alle crittograme che abbisognano pertanto di ridotti o nulli trattamenti anticrittogamici. “Il cuore della cantina Mori Colli Zugna, pulsa sotto un vigneto e questo è un motivo fondamentale perché conferma il genio dell’uomo per un risparmio di terra davvero prezioso”
Cit. poesia Giuliano Moscatelli Un progetto ad alto risparmio energetico e a bassa antropizzazione del territorio. La cantina è dotata di un complesso sistema di utilizzo razionale dell’acqua che ha permesso una riduzione di consumi del 70%, l’acqua calda e fredda è assicurata gratuitamente da dodici sonde geotermiche che per tutto l’anno riscaldano e rinfrescano l’area degli uffici e dei laboratori, ha installato anche una serie di pannelli fotovoltaici. È in funzione uno specifico impianto di potabilizzazione, che consente di diminuire il prelievo dell’acquedotto.

4 Prodotto/I

4 Prodotto/I

Acquista per
Prezzo
-
Confronta

Non hai articoli da confrontare.